Album

FaltyDL

Hypercolour 10 Years

11 Novembre 2016 techno tech-house
Array

Per celebrare i suoi dieci anni di vita l’etichetta londinese Hypercolour, specializzata in prodotti rivolti al dancefloor, pubblica in triplo vinile e in digitale una compilation di inediti, chiamando a raccolta artisti che «stanno correntemente influenzando il suono della label». Il risultato è una raccolta piacevole e vitale che fa della varietà e della presenza di nomi importanti, non necessariamente nel roster dell’etichetta, i maggiori punti di forza. Tra i big spicca il lavoro di Roman Flügel: Family Vacation è l’ennesima dimostrazione della sensibilità verso la pista da ballo del veterano francofortese. Fa bella figura senza strafare anche il talentuoso e sempre più trasversale FaltyDL, con l’opening track Fantaxia. In Downgrade Matthew Herbert destruttura la voce di Ade Omotayo come già (ma meglio) in The Shakes. La Confusion di Luke Vibert è sostanzialmente un divertente follow up di I Can Phil It di BizarsterNell’ora e mezza e rotti della compilation trovano spazio, tra gli altri, il paladino della wonky Neil Landstrumm (It’s Hot Outside), l’efficace acid techno (con inserti haunted) di Shadowed By I dello svedese Sebastian Mullaert (metà del duo Minilogue), la tech-house di Tom Demac (Hanging Flowers Of Albion), la sporca e cattiva Discoblaze degli italiani, ma residenti a Berlino, Alberto Marieu Marini e Domenico Lucretio Cipriani, aka The Analogue Cops. Tra gli outsider emergono Yaleesa Hall x Malin (esponenti della Will & Ink, sublabel dell’olandese Delsin) con Buchan Trap e il pregevole lavoro di sound design che il duo Dense & Pika ha dedicato alla conclusiva 2 Step Back.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati