Album

Mndsgn

Body Wash

16 Settembre 2016 soul rnb funk elettronica

Pubblicato il 26 settembre 2016, Body Wash è l’album di Mndsgn (pronunciato “mindesign”) pubblicato da Stones Throw che segue il debutto di due anni fa Yawn Zen. Ringgo Ancheta continua qui per traiettorie parallele ed intersecanti rispetto al più noto Dam-Funk, ovvero boogie funk, r’n’b, slow mo house, 80s e joint psichedelia, arrangiando, con classe, un sound sognante e jazzato perfettamente assimilabile alla scena che si è animata attorno al Low End Theory di Los Angeles lungo gli anni ’10. La storia (ed anche il look) di Ancheta sono interessanti per comprendere il suo percorso fin qui: cresciuto in una comune rurale del New Jersey, il bedroom producer con l’occhiale tondo à la John Lennon si è fatto le ossa nella crew Klipm0de, dove militava anche Knxwledge, per poi finire, nel 2011, in una compilation registrata dal vivo a South Philadelphia dedicata al Bitches Brew di Miles Davis, Blasphemous Jazz (assieme ancora a Knxwledge, Josh Hey, Swarby e Cold Seltzers e Sir Froderick). Infine è stato cooptato dall’etichetta di Peanut Butter Wolf per registrare il citato esordio discografico Yawn Zen nel 2014.

La nuova prova lo vede tentato da un prog in area Flying Lotus e relativa cricca, e dunque da un funk che rallenta sull’autostrada degli 80s verso visioni psichedeliche da anni d’oro della West Coast americana, tocchi soulful Dilla style, r’n’b che non dispiacerebbe a Jam & Lewis e così via. Un mondo sonico già ampiamente esplorato e portato all’attenzione dei media dalla metà degli anni Zero che Mndsgn rivive con necessaria emancipazione e una buona dose di talento.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati