A Billion Heartbeats
Apr
03
2020

Mystery Jets

A Billion Heartbeats

Caroline International

RockIndie
array(0) { }
  • Screwdriver
  • Petty Drone
  • History Has Its Eyes On You
  • A Billion Heartbeats
  • Endless City
  • Hospital Radio
  • Cenotaph
  • Campfire Song
  • Watching Yourself Slowly Disappear
  • Wrong Side Of The Tracks
  •  
  •  
Precedente
The Smackwave EP Spike Fuck - The Smackwave EP
Successivo
Cylene Stephen O’Malley - Cylene

Info

Dopo Curve of the Earth, che in sede di recensione avevamo definito «un disco di buona qualità, anche se talvolta la prolissa vena artistica dei Mystery Jets si intasa con alcune ripetizioni e orpelli manieristi che rendono poco fluido l’ascolto», gli indie rockers inglesi Mystery Jets pubblicano il 27 settembre 2019 3 aprile 2020 su Caroline International A Billion Heartbeats.

Il nuovo disco «vuole essere uno specchio di ciò che sta accadendo nella società e riflettere il modo in cui le persone si sentono», ha dichiarato Blaine, voce principale della band inglese. L’album in cartella stampa viene presentato poi come «tenero e feroce, astratto e pieno di energia rock, A Billion Heartbeats raggiunge un equilibrio di passione, paura e speranza. Tramite le ricche e vivaci armonie, i potenti riff di chitarre e gli slogan di battaglia centra il messaggio essenziale dell’album – sulla responsabilità personale e il potere dell’impegnarsi. In un certo senso non è solo il loro album sulla “condizione della nazione” ma anche sulla “condizione di una generazione”».

Il lavoro, che da molti viene visto come il più politico della band, è stato anticipato dal video del singolo e opener Screwdriver: «uno sguardo intransigente sulla nascita del movimento della “destra alternativa” nel Regno Unito, costruito attorno ad un forte messaggio positivo: “Combattili con amore / allora il mondo sarà nostro”». Il 22 gennaio viene condiviso Pretty Drone, un ep digitale contenente 5 brani tra cui il sopraccitato Screwdriver e il singolo omonimo.

Su SA potete trovare le recensioni dei precedenti Twenty One, Serotonin e Radlands, oltre a quella del già citato Curve of the Earth.

di Marco Braggion

Widget

spotify:album:7kavQRNZD6BcLV6Gh0wRRd

Altre notizie suggerite