Album

Weezer

Weezer (Teal Album)

24 Gennaio 2019 pop rock

Per capitalizzare – ancora una volta – il successo della loro cover dei Toto, brano che di recente è stato mandato in loop per l’“eternità” nel deserto namibiano, i Weezer hanno pubblicato a sorpresa, il 24 gennaio 2019, un album omonimo, l’ennesimo della loro carriera. Come i precedenti self titled e come il Black Album in uscita a marzo anche quest’ultimo ha un suo colore distintivo, il turchese, ma a differenza di questi non è un album di inediti bensì uno di cover. Oltre alla famosa Africa, che tanta fortuna ha portato alla formazione (e che non a caso inaugura la scaletta), la band si cimenta qui, senza alcuno stravolgimento e rispettando strumentazione e arrangiamenti originali, con una bella manciata di cover degli 80s – da notare anche l’artwork coordinato stile Miami Vice – come Everybody Wants To Rule The World dei Tears For Fears, Billie Jean di Michael Jackson, Sweet Dreams (Are Made Of This) degli Eurythmics e Take On Me degli A-Ha, ma anche con gemme dei 60s (Happy Together dei Turtles, Paranoid dei Black Sabbath e Stand By Me di Ben E. King), 70s (Mr Blue Sky della Electric Light Orchestra) e 90s (No Scrubs delle TLC). In sostanza per Cuomo e soci questo è né più né meno di un esercizio karaokista, non certo una rivisitazione di brani altrui a cui aggiungere del proprio.

Su SA potete consultare il dettaglio sulla data estiva italiana della band e rileggervi le recensioni di Pacific Daydream e del White Album.

Tracklist
Ascolta
Spotify
Voti
Amazon
Discografia
Vota

I più ascoltati