Stars (CA)

Biografia

I canadesi Stars, provenienza Toronto, sono fautori di un indie synth pop orchestrale, molto melodico e variegato. Autori di sette album, è con Set Yourself On Fire (2004) che si mettono in luce, diventando una delle band più amate in Canada (e non solo). Tre anni dopo In Our Bedroom After The War bissa il successo. Malinconie, melodie assassine e un mood danzereccio.

Segue The Five Ghosts nel 2010 e qualcosa si rompe: meno orchestrazioni e più synth; ecco cosa si diceva in sede di recensione: “Si perde inevitabilmente il loro carattere malinconico, punto di forza della band, e la tensione emotiva che sapevano così bene suscitare. In più pezzi non memorabili sia pur ben prodotti, richiami ai Metric e sempre più deboli echi di Broken Social Scene, loro gruppo gemello, ne fanno un debole epigono dei loro momenti migliori“.

Due anni dopo seguirà The North e anche qui dolenti note; “Il disco ripropone il consueto mix a preponderanza elettronica, come negli ultimi due album. Appare giusto un po’ più compatto e messo a fuoco del precedente, con una sufficiente padronanza della materia pop, pur latitando ormai la tensione e il perduto lato sinfonico. Il momento d’oro è comunque irrimediabilmente passato, a favore di un pop adulto che fa abbastanza onestamente il suo mestiere. Prendere o lasciare, e a questo giro che punta a Nord, restiamo abbastanza a terra“.

No One Is Lost del 2014, registrato ai Mile End (uno spazio situato sopra il defunto Royal Phoenix – un nightclub di Montreal – prima bazzicato sia dai disciolti Handsome Furs che dagli Arcade Fire), e co-prodotto dalla band e Liam O’Neil (Metric, The Stills), segna il ritorno ad antichi splendori. “Non mancano la giusta tensione emotiva e i pezzi azzeccati, in bilico tra dance e pop, songwriting retro e malinconie assortite, crescendo e chorus assassini”, si afferma in sede critica, “tutti elementi che ne hanno fatto la fortuna soprattutto negli anni passati. L’indie synth-pop di Amy Millan e Torquil Campbell (che si alternano alla voce) è per fortuna in ripresa”.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite