Ariana Grande da record in Gran Bretagna con “Thank u, next” e i suoi singoli

La FIMI britannica, ovvero l’Official Charts Company, ha certificato in queste ore un assoluto record: Ariana Grande è la prima artista donna a detenere contemporaneamente ai vertici delle classifiche del Regno Unito sia il suo ultimo album, thank u, next (che ha debuttato al primo posto) sia due dei suoi singoli, ovvero Break Up With Your Girlfriend, I’m Bored (primo posto) e 7 Rings (secondo posto).

E non è finita qui, perhé la popstar è anche la prima artista donna a rimpiazzare un suo singolo al primo posto con un altro, sempre suo: la sua ultima hit, Break Up With Your Girlfriend, I’m Bored, pubblicata contestualmente a un video nel giorno dell’uscita dell’album, ha infatti sostituito 7 Rings che precedentemente svettava in prima posizione. In forza di questi record, allargandoci dagli UK al globo, la Grande è la 4° artista al mondo ad aver totalizzato 3 singoli al primo posto in meno di 100 giorni, risultato ottenuto prima di lei soltanto da Elvis Presley, John Lennon e …Justin Bieber.

Anche l’album thank u, nextrecensito positivamente su queste pagine – è da record: a una settimana dalla sua uscita il disco ha infranto per numero di stream quello di ogni altra artista donna: 59 milioni gli stream totalizzati dalle 12 canzoni, che fanno salire il disco al 3° posto della classifica generale relativa alla prima settimana d’uscita, giusto sotto ÷ di Ed Sheeran e l’olimpionico Scorpion di Drake, che rimane in vetta.

16 Febbraio 2019 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
thank u, next
Feb
08
2019

Ariana Grande

thank u, next

  • imagine
  • needy
  • NASA
  • bloodline
  • fake smile
  • bad idea
  • make up
  • ghostin
  • in my head
  • 7 rings
  • thank u, next
  • break up with your girlfriend…
continua
Precedente
Nick Cave a un bambino di 10 anni: «Ascoltare la nostra musica è come custodire un segreto» Nick Cave a un bambino di 10 anni: «Ascoltare la nostra musica è come custodire un segreto»
Successivo
Addio a Bruno Ganz, volto illustre del cinema europeo Addio a Bruno Ganz, volto illustre del cinema europeo

recensione

recensione

recensione

artista

recensione

Altre notizie suggerite