Bon Iver attacca i Grammy: “Niente di personale contro Bruno Mars ma mi state prendendo per i fondelli”

“I Grammy sono per l'industria musicale. La musica è per chiunque e ovunque”: Bon Iver non le manda a dire e critica duramente l'esito della sessantesima edizione dei Grammy Awards.

Con una serie di tweet pubblicati sul suo profilo Twitter, Justin Vernon in arte Bon Iver ha aspramente criticato l’esito della sessantesima edizione dei Grammy Awards tenutasi ieri sera al Madison Square Garden di New York. «Sembra che i Grammy siano quel qualcosa di serio che i musicisti non dovrebbero prendere seriamente. Niente di personale contro Bruno Mars, ma mi state prendendo per il culo», ha twittato il cantautore statunitense riferendosi all’incetta di statuette che Mars ha portato a casa – tra cui quelle di Record Of The Year, Album Of The Year (24K Magic) e Song Of The Year (con That’s What I Like) – battendo artisti quali Kendrick Lamar e Jay-Z (per la lista completa dei vincitori vi rimandiamo alla notizia di questa mattina). «I Grammy sono per l’industria musicale. La musica è per chiunque e ovunque. E’ giusto ricordarlo», ha poi proseguito, indirizzando la polemica al presidente della Recording Academy, Neil Portnow, e definendolo un «coach del linguaggio di merda» (il riferimento è al suo invito alle donne di «intensificare la creatività» al fine di aggiudicarsi maggiori premi).

Nel corso degli anni Bon Iver è stato candidato a ben cinque Awards – l’ultima candidatura risale al 2017 nella categoria Best Alternative Music Album per 22, A Million – vincendone due nel 2012 come Best Alternative Music Album (con l’omonimo Bon Iver, Bon Iver ) e Best New Artist. Quello stesso anno Vernon rifiutò una performance collaborativa dopo che la produzione gli negò la possibilità di esibirsi in solo, situazione identica a quella affrontata quest’anno da Lorde: «devo dire che Ken Ehlrich è un produttore del cazzo. Sono d’accordo con la scelta di Lorde. Ken ci disse [nel 2012] che Holocene era troppo lunga e troppo lenta e che la produzione avrebbe perso dai 4 ai 6 milioni di telespettatori se l’avessero trasmessa…». Di seguito trovate alcuni dei tweet condivisi dal cantautore, mentre su SA potete leggere la recensione dell’ultimo album in studio del musicista, il sopracitato 22, A Million nonché quella del pluripremiato 24K Magic di Bruno Mars.

Tracklist
  • 1 22 (OVER S∞∞N)
  • 2 10 d E A T h b R E a s T ⊠ ⊠
  • 3 715 - CRΣΣKS
  • 4 33 “GOD”
  • 5 29 #Strafford APTS
  • 6 666 ʇ
  • 7 21 M♢♢N WATER
  • 8 8 (circle)
  • 9 ____45_____
  • 10 00000 Million
Bon Iver
22, A Million