Diplo - Photo by Dan Steinberg/Invision/AP
Photo by Dan Steinberg/Invision/AP

Diplo contro Taylor Swift; Swift contro Spotify

Tutti i dettagli sulla polemica che ha coinvolto Diplo, Taylor Swift e Lorde

Insulti sessisti, velati o meno, e polemiche legate alle retribuzione della musica in streaming, sembrano aver monopolizzato la rete negli ultimi giorni. Dopo le rime al fulmicotone di Eminem contro Lana Del Rey nello Shady CXVPHER Freestyle, che hanno visto la reazione di, tra gli altri, Perfume Genius, Meredith Graves e Azealia Banks, e le dichiarazioni poco amorevoli di quest’ultima nei confronti dei Disclosure, ora tocca a Diplo fare del sarcasmo feroce.

Il produttore di Los Angeles, che lo scorso anno ha lanciato il secondo album dei suoi Major Lazer, ha infatti accusato Taylor Swift di non possedere un fondoschiena adeguato – argomento tornato in voga dopo le recenti foto di Kim Kardashian – consigliando l’attivazione di una campagna kickstarter per fornirgliene uno nuovo. La richiesta è stata colta al volo dai fan, che in poco tempo hanno attivato la raccolta fondi provocatoria, con tanto di foto della Swift in posa à la Anaconda (videoclip della rapper Nicki Minaj).

La faccenda sembra non essere piaciuta a Lorde, che, accorsa in difesa dell’amica, sempre tramite Twitter, ha risposto per le rime al producer (“Visto che ci siamo, si dovrebbe fare qualcosa per il tuo piccolo pene“).

Taylor Swift ha recentemente pubblicato il nuovo album 1989 (recensito su queste pagine) ritirando contemporaneamente l’intera discografia da Spotify, da lei ritenuto un servizio “sperimentale” sul quale non ha intenzione di “rischiare una vita di sacrifici“. Immediata è scattata la difesa di Daniel Ek, fondatore del colosso dello streaming musicale, che ha affermato che la cantante, così facendo, sta rinunciando a un fatturato di sei milioni di dollari.

ecrerdc

diplo swift lorde

Tracklist