Jova Beach Party Rimini, i pulcini di fratino e il piano sicurezza dell’evento

Quattro pulcini di fratino vs la complessa macchina organizzativa del Jova Beach Rimini

Le associazioni AsOER, Italia Nostra Rimini, Legambiente e Lipu hanno inviato un esposto alla Procura della Repubblica di Rimini, al Ministero dell’Ambiente e ad altre istituzioni preposte per chiedere all’organizzazione del Jova Beach Party di spostare o rinviare il concerto previsto domani 10 luglio sul litorale tra Rimini e Riccione, leggiamo su Repubblica.it. La ragione per la quale gli ambientalisti si sono mossi è la presenza nell’area in cui si tiene l’evento – stimato l’arrivo di 40mila persone – di quattro pulcini di fratino. Il fratino è una specie protetta che nidifica sulle spiagge europee – dalle nostre parti, sulle coste dell’Adriatico e del medio Tirreno – la cui popolazione si è dimezzata negli ultimi decenni. In Italia si contano appena 700 coppie di cui 30-40 in Emilia-Romagna.

Nel momento in cui vi scriviamo (ore 11:27 del 9 luglio), dando un occhio all’evento Fb e alla pagina dedicata di Trident Music, nessuna variazione è stata apposta al programma. Il concerto pertanto si svolgerà regolarmente domani 10 luglio presso la spiaggia Rimini Terme e, come leggiamo sul Carlino, non è stato facile mettere in sicurezza l’area e gestire la viabilità attorno ad essa, parcheggi compresi. È stato posto un divieto di navigazione entro 500 metri dalla riva, previste “panne” galleggianti per dissuadere chi proverà ad avvicinarsi in barca e attivato un complesso piano che prevede l’ingresso del pubblico dall’ex colonia Novarese. Qui si svolgeranno scrupolosi controlli (occhio: no zaini e caschi, valigie e trolley, bombolette spray, borracce, bottiglie, contenitori di ogni tipo) mentre per quanto riguarda i parcheggi, ne sono stati ricavati 10mila tra la zona delle Poste, il camping Maximum, Fiabilandia, l’aeroporto e altri.

Il Jova Beach Party è partito lo scorso 6 luglio da Lignano e ha in programma di far tappa in alcune delle località di villeggiatura più popolari d’Italia. Abbinato al tour è uscito un EP che ha visto coinvolti produttori come Charlie Charles, Dardust, Cacao Mental, Paolo Baldini e DJ Ralf. Il disco esce a un anno e mezzo da Oh, vita!, il precedente lavoro prodotto da Rick Rubin, di cui potete leggere su SA la recensione a cura di Luca Roncoroni.

Tracklist