Nick Cave ai fan sulla vicenda Fazioli: «basta email all’azienda di pianoforti! Stavo scherzando, sono persone magnifiche»

In un recente post pubblicato sul suo seguitissimo blog The Red Hand Files, Nick Cave ha raccontato di essersi innamorato del suono del pianoforte Fazioli con il quale a giugno ha eseguito il suo pubblicizzato concerto trasmesso in differita streaming la scorsa settimana. Preso dall’entusiasmo, il songwriter ha narrato di aver chiesto al proprio manager di contattare l’azienda di Sacile, in Friuli-Venezia Giulia, al fine di ottenerne uno a titolo gratuito, ma il pezzo, soprattutto la parte nella quale veniva descritto il caustico scambio tra l’agente del musicista e la centralinista della ditta (che gli mette letteralmente giù il telefono), non era da intendersi come il resoconto di una conversazione avvenuta realmente, spiega in un nuovo post.

«Sembra che alcuni fan abbiano reagito con fin troppo entusiasmo al mio ultimo file su Red Hand File tanto da contattare direttamente Fazioli “incoraggiandola” a regalarmi il pianoforte», scrive divertito Cave. «Apprezzo il gesto, ma quello era un pezzo leggero (light-hearted piece) da non prendere troppo sul serio. Il dialogo telefonico tra il manager e la “donna della Fazioli” non era altro che un ricamo inserito a fini comici». «Lo tsunami di mail che ha ricevuto Fazioli ha lasciato l’azienda un po’ sconcertata. Dunque, ribadendo a tutti che vi amo, basta inviar loro mail, vi prego! Sono persone fantastiche».

Fondata negli anni ’80, Fazioli è un’azienda che produce pianoforti a coda e da concerto dal 1981. Gode di grande credito a livello internazionale e dato l’elevato costo dei propri modelli, ha escluso dalla sua fondazione ogni richiesta di questo tipo. Tra i suoi fan, oltre a Cave, si contano anche Herbie Hancock, Alfred Brendel e tanti altri. Questa mattina il portale Rockol ha personalmente contattato l’azienda per avere chiarimenti in merito a quello che è diventato un vero e proprio caso mediatico. «Non è mai stato nella prassi dell’azienda regalare pianoforti – né potrebbe esserlo, considerando il prezzo di quegli strumenti – leggiamo nel comunicato riportato dal portale – la conversazione telefonica avvenuta fra il manager dell’artista e l’azienda stessa è stata riferita da Cave in maniera paradossale e romanzesca, e non letterale».

Su SA potete recuperare l’esecuzione di Galleon Ship dal sopracitato Idiot Prayer: Nick Cave Alone at Alexandra Palace, un approfondimento di carriera dedicato a Cave, e ripassare la recensione di 20,000 Days on Earth, recentemente commentato dai registi con i fan. Sempre sulle nostre pagine trovate uno speciale sullo storico videoclip di Henry Lee, con Cave in coppia con PJ Harvey.

28 Luglio 2020 di Edoardo Bridda
Leggi tutto
Ghosteen
Ott
04
2019

Nick Cave & The Bad Seeds

Ghosteen

  • The Spinning Song
  • Bright Horses
  • Waiting for You
  • Night Raid
  • Sun Forest
  • Galleon Ship
  • Ghosteen Speaks
  • Leviathan
  • Ghosteen
  • Fireflies
  • Hollywood
  • Ghosteen (12:11)
  • Fireflies (3:23)
  • Hollywood (14:13)
continua
Tour di Nick Cave & The ... Tutto il tour
  • Mag
    20
    2021
    Assago (MI)
    Mediolanum Forum
  • Mag
    31
    2021
    Roma (Roma)
    Auditorium Parco della Musica
Precedente
David Lynch su un nuovo film in arrivo: “Forse qualcosa bolle in pentola” David Lynch su un nuovo film in arrivo: “Forse qualcosa bolle in pentola”
Successivo
Smile: un singolo “non estivo” in attesa dell’album Smile: un singolo “non estivo” in attesa dell’album

artista

artista

recensione

Altre notizie suggerite