Robert Smith, The Cure

Una performance memorabile dei Cure chiude il Meltdown Festival [Scaletta e streaming]

Nella serata di ieri, i Cure hanno chiuso il Meltdown Festival con un concerto che ha attraversato praticamente tutta la loro memorabile carriera.

Nella serata di ieri, i Cure hanno chiuso il Meltdown Festival con un concerto che ha attraversato praticamente tutta la loro memorabile carriera. Nel corso del set, la band di Robert Smith ha eseguito un totale di 28 canzoni in due parti distinte, replicando una media di circa due brani per ogni album della loro discografia. La prima sezione, ribattezzata From There to Here, ha incluso un brano per ognuno dei loro 13 album in studio in ordine cronologico, culminata con la traccia inedita del 2016 It Can Ever Be the Same; la seconda sezione del concerto, From Here to There, ha visto la band esordire con la nuova Step Into the Light per poi andare a ritroso preferendo la celebre Boys Don’t Cry a un’altra traccia da Three Imaginary Boys. A dispetto delle notizie iniziali, non si sono avvicendati ospiti speciali sul palco; potete visualizzare lo streaming dell’intera performance nel widget che trovate di seguito, oltre che consultare la scaletta completa.

Il prossimo 7 luglio la band celebrerà i suoi 40 anni di carriera con uno speciale concerto a Hyde Park di Londra; il primo singolo dei Cure, Killing an Arab, uscì infatti nel dicembre del 1978, il loro ultimo album, 4.13 Dream, è datato 2008 (recensione su queste pagine di Edoardo Bridda). Sempre su SA trovate le recensioni classic di Disintegration e Pornography.

Setlist (via CoS):
From There to Here
Three Imaginary Boys
At Night
Other Voices
A Strange Day
Bananafishbones
A Night Like This
Like Cockatoos
Pictures of You
High
Jupiter Crash
39
Us or Them
It’s Over
It Can Never Be the Same

From Here to There
Step Into the Light
The Hungry Ghost
alt.end
The Last Day of Summer
Want
From the Edge of the Deep Green Sea
Disintegration
If Only Tonight We Could Sleep
Sinking
Shake Dog Shake
One Hundred Years
Primary
A Forest
Boys Don’t Cry

https://youtu.be/jMtgKp0O7X0

Tracklist