• set
    16
    2016

Album

Black Truffle

Add to Flipboard Magazine.

Dispersi ai quattro angoli del globo, i tre 3/4HadBeenEliminated, Stefano Pilia, Claudio Rocchetti e Valerio Tricoli, riescono a trovare la quadra tra i millemila impegni in solo o in formazione, per resuscitare la sigla che tra le tante più si avventura su lande avant. Se è vero, infatti, che l’ultimo domicilio conosciuto (Oblivion su Die Schachtel) datava ormai un buon lustro, non è che i percorsi individuali dei tre siano stati da meno, visto che con almeno un titolo a testa si sono attirati le attenzioni di pubblico e critica: Stefano Pilia con l’ottimo solo di chitarra tra tradizione e innovazione di Blind Sun New Century Christology dello scorso anno, Claudio Rocchetti con la “cronaca naufragatoria” di Memoria Istruttiva e Valerio Tricoli con l’esemplare Clonic Earth, con questi ultimi due probabilmente sul podio di fine anno di molti ascoltatori.

E proprio dalla deriva hauntologica dell’ultimo album di Tricoli sembra prendere il via questo Speak To Me, due lunghe tracce su vinile edite dalla Black Truffle di Oren Ambarchi con artwork di Stephen O’ Malley e Pilia: frutto di un lavorio a distanza fatto prevalentemente di riassemblaggio di vecchi input sonori registrati in modalità impro in tempi oramai lontani, l’album è un continuo fluttuare tra strangerthingsiani mondi di qua e mondi là, sorta di specchio tra l’elettrico/elettronico e l’acustico, la presenza del suono e la sua assenza; un lavoro fatto di saliscendi e sbalzi di umore, oltre che di una continua e mesmerizzante imprevedibilità che fa mantenere sempre alta la soglia dell’attenzione. Nekyia si allunga per tutto il lato A del vinile e mantiene appieno le premesse “haunted” di cui sopra, pur rimanendo in un territorio (ehm) avant-rock quasi riconoscibile per quanto dilatato, disperso, rifratto, a volte, intorno alla metà del brano, realisticamente terrorizzante nel suo evocare visioni. I Am A Prune Cake On A Background Of Corn Semolina risponde sul lato opposto disgregando ancor di più la materia verso lande elettroacustiche e ibride nell’utilizzo delle fonti sonore, ma non rinuncia all’avventura tra cambi di marcia, frantumazioni (a)ritmiche e quant’altro possiate immaginare. Musiche dell’altrove? Molto probabilmente sì.

19 novembre 2016
Leggi tutto
Precedente
BATTIATO e ALICE + Ensemble Symphony Orchestra – Live In Roma BATTIATO e ALICE + Ensemble Symphony Orchestra – Live In Roma
Successivo
Loscil – Monument Builders Loscil – Monument Builders

album

recensione

3/4HadBeenEliminated

A Year Of The Aural Gauge Operation

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

recensione

Altre notizie suggerite