Planet’s Mad
Giu
05
2020

Baauer

Planet’s Mad

Warp Records, LuckyMe

Elettronica
Precedente
Stupide cose di enorme importanza Marco Giudici - Stupide cose di enorme importanza
Successivo
Momentary Glow Farwarmth - Momentary Glow

Info

In uscita il 5 giugno 2020 (via Warp/LuckyMe), Planet’s Mad è il secondo album in studio di Harry Bauer Rodrigues (aka Baauer), a quattro anni di distanza dal debutto Aa (2016). Dopo un passato fatto di collaborazioni importanti (Jay-Z, Missy Elliot, Aj Tracey, Skepta…), il produttore e musicista di Filadelfia – noto per il successo mondiale Harlem Shake – ha deciso di concentrarsi su sé stesso, per un lavoro che, a detta della nota stampa, «attraversa la dance con cui è cresciuto (Fatboy Slim, The Chemical Brothers, Basement Jaxx, Daft Punk) e la mescola con pop e hip-hop moderni».

Lo scopo di Planet’s Mad è quello di «parlarci della cultura digitale in cui viviamo», attraverso una trama degna di un film hollywoodiano di fantascienza e immaginando l’apparizione di una nuova società sulla Terra. Per questo, oltre ad unire generi e micro-generi musicali, nelle dodici tracce che compongono il disco sono presenti «suoni di creature aliene, bambini, premonizioni e atmosfere cosmiche».

Per anticipare l’album, Baauer ha condiviso in streaming la title-track (con un relativo videoclip) e il brano Magic. Su SA potete recuperare la recensione di Aa scritta dal nostro Luca Roncoroni.

di Nicola Rakdej

Altre notizie suggerite