Grimes parla del nuovo album e di Eerie Organization, una realtà nata per aiutare gli artisti emergenti

Grimes. Ulteriori dettagli sul nuovo album e su Eerie Organization, una realtà nata per aiutare gli artisti emergenti

A qualche settimana di distanza dalla lunga chiacchierata con il magazine Fader, Grimes ha svelato a Entertainment Weekly ulteriori dettagli sul successore di Visions e inaugurato Eerie Organization, una realtà multidisciplinare nata per aiutare gli artisti emergenti con la quale farà uscire anche il nuovo lavoro.

«Penso di aver concluso le registrazioni la scorsa notte, ma a questo punto sono davvero sfinita», ha dichiarato la Boucher parlando dell’album, la cui uscita è prevista – salvo contrattempi – per ottobre 2015. «E’ il primo disco che posso ascoltare con altre persone vicino senza rabbrividire e provare orrore, e credo che sia un buon segno», ha ribadito l’artista, confermando inoltre la presenza di strumenti come il violino (il cui suono è stato riarrangiato con l’autotune) e campionamenti «non proprio cool» («provengono da compilation giapponesi degli anni ’80»), specificando che nella tracklist probabilmente comparirà anche un re-work di Realiti, come è noto non una delle sue tracce preferite.

«[Realiti] è noiosa, scritta in venti minuti, ma probabilmente finirà all’interno dell’album», ha affermato, allargando il discorso anche a un pezzo come Obliviontutti i miei singoli sono canzoni che altri mi hanno forzato a comporre. So che se a me non piacciono, ma agli altri sì, probabilmente saranno singoli»). Il lavoro, inoltre, sarà pieno di alter-ego («ci sono un sacco [di canzoni] dal punto di vista di un vampiro mafioso, ma ora sono preoccupata perché mi rendo conto che se la gente pensa che le parole arrivino dal mio punto di vista, potrebbe credere che io sia pazza. Si tratta di criminalità e cose del genere») e non prevederà nessun rap in Dothraki, la lingua utilizzata in Game Of Thrones. In sostanza, Grimes, nel dubbio tra un album sperimentale e uno pop, pubblicherà un lavoro diviso in due parti specificatamente dedicate a questi aspetti, che da sempre caratterizzano la sua personalità artistica («se faccio cose troppo strane, la gente si lamenta, e se faccio cose troppo pop, idem. Quest’album è composto da due metà ed è molto strutturato. Se avete intenzione di lamentarvi di una singola parte, allora avrete l’altra»).

Il 28 agosto 2015 è stata inoltre lanciata Eerie Organization, una realtà fondata «per aiutare gli artisti a realizzare più di quanto sarebbero in grado di fare da soli, senza sacrificare la loro indipendenza», si legge nella press release. «Sebbene Eerie Organization abbia intenzione di far uscire musica, non è un etichetta e non accetta sottoscrizioni. Eerie pubblicherà il nuovo album di Grimes solo in Canada, e i progetti potrebbero assumere diverse forme, riflettendo l’approccio multidisciplinare alla creatività della Bouchard». Il primo nome a firmare con Eerie Organization è la canadese Nicole Dollanganger, che pubblicherà a ottobre l’album di debutto Natural Born Losers: all’interno della pagina dedicata trovate tutti i dettagli e un brano in ascolto.

Su queste pagine potete leggere le recensioni di Halfaxa e Visions, oltre a un monografico dedicato a Grimes.

grimes

Tracklist