Steven Wilson (ex Porcupine Tree) sui Greta Van Fleet: “sono la versione boy band dei Led Zeppelin”

Se - a quanto pare - gli Imagine Dragons sono la band più odiata al mondo, i Greta Van Fleet stanno concorrendo per diventarlo nella sezione “emergenti”. Per Steven Wilson non sono altro che “una versione boy band dei Led Zeppelin”

Ci sono certe band che continuano ad accrescere il loro successo nonostante l’accanimento di grosse fette di appassionati di musica, anzi a volte quest’odio diventa così corale e variegato all’interno di differenti frange di ascoltatori in tutto il mondo che sembra addirittura impossibile giustificarne fama e successo planetario. Se è emerso in questi mesi – anche per bocca di un portavoce come Corey Taylor degli Slipknot – che sarebbero gli Imagine Dragons gli indiscutibili Re di questa cordata dell’odio, tanto che Dan Reynolds e soci avrebbero strappato il titolo ai Nickelback come band più detestabile al mondo, guardando alle nuove leve i Greta Van Fleet stanno facendo passi da gigante per conquistarsi a loro volta il trono nella sezione emergenti.

A farsi carico di dire tra i denti cosa pensa un bel po’ di gente a proposito del gruppo è stato Steven Wilson, ex Porcupine Tree oltre che apprezzato artista solista e ingegnere del suono (suo il grosso lavoro di re-remaster per il catalogo King Crimson per dirne uno). I suoi commenti, estratti da My Rock Podcast, non sono certo andati per il sottile: «penso siano pessimi, terribili, uno scherzo», sbotta, argomentando poi le sue critiche: «sono carini, assomigliano a una boy band, e suonano questa cazzuta impersonificazione da Led Zeppelin di terz’ordine. Eppure son carini, hanno tutto l’aiuto dei media e della macchina commerciale e proprio grazie a queste spinte sono riusciti a raggiungere in un lampo un audience enorme, sempre suonando, appunto, musica di terz’ordine. Non credo per un minuto che qualcuno se li ricorderà tra 10 anni». Alla fine del suo intervento, Wilson chiosa abbassando un poco il tiro ma la sostanza rimane la stessa: «magari si evolveranno in una buona band e faranno buoni dischi ma da quel che sento oggi non vedo altro modo di vederli se non come la versione boy band dei Led Zeppelin».

Su SA trovate le recensioni sia dell’ultimo album degli Imagine Dragons (Origins) pubblicato lo scorso novembre e recensito su queste pagine da Eleonora Orrù (che gli ha dato un bel 4.0) sia del debutto dei Greta Van Fleet, Anthem of the Peaceful Army, recensito da Riccardo Zagaglia (che ha rifilato loro un 5.0). Entrambe le band sono attese quest’estate in Italia rispettivamente alla Visarno Arena di Firenze e al Bologna Sonic Park. Per quanto riguarda Wilson, il 22 marzo uscirà il quadruplo boxset Home Invasion: In Concert at the Royal Albert Hall. Sempre a proposito dei Van Fleet, la questione pone gli stessi stringati interrogativi dei Maneskin, e ne parlava Stefano Solventi in un articolo di qualche tempo fa.

Tracklist