Recensioni

6.8

Cambia la ragione sociale ma non il contenuto. Il secondo album dei Voidz è il primo che i Nostri confezionano con questo nome, ma si tratta sempre di quei Julian Casablancas+The Voidz che quattro anni fa diedero alle stampe Tyranny. Il quale faceva seguito all’esordio da solista, datato 2009, del leader degli Strokes, Phrazes For The Young. E se la casa madre è ormai da tempo un oggetto da mausoleo degli anni Zero, la nuova nicchia del compositore newyorchese è più arieggiata, fresca e aperta a una dimensione più collettiva, non solo nel nome.

Questo Virtue è tutto sommato un buon disco, dignitoso, non particolarmente originale, ma che sta in piedi. Si tratta sostanzialmente di gommoso pop macchiato (anche se più che macchie sembrano vistose e artistiche patacche) di rock che pastura, degnamente e con un buon senso per la melodia, quella via di mezzo tra l’elettricità degli Strokes e l’elettronica del Casablancas solista, con in aggiunta un buon numero di momenti ballabili. Il repertorio sciorinato in questi quaranta minuti e passa di “rettitudine” saccheggia a piene mani – dandogli però nuova linfa – il bagaglio strokesiano, ma non mancano le sorprese. Ne sono testimonianza il ritornello perfetto che si staglia maestoso tra le ardite dissonanze di Leave It In My Dreams, il riff hard&heavy di Pyramid Bones, e quella Wink che si dipana tra una strofa à la Radiohead periodo Hail To The Thief e un ritornello dai sapori new wave che richiama gli Ultravox midgeuriani o i Litfiba ante Desaparecido. C’è, sì, qualche inevitabile caduta di tensione (l’electro-pop e autotunizzata QYURRYUS; la prevedibile campfire song Think Before You Drink), ma nel complesso ci si diverte, tra cavalcate garage-punk, echi psichedelici, ipnotiche divagazioni new-age, azzardi funk/r&b e un vago retrogusto disco anni ’70.

Insomma, un lavoro che punge e che – scommettiamo – non passerà inosservato. Forse non il miglior disco dell’anno, ma sarà difficile non ripassarci sopra in sede di classifica finale. Quantomeno per essere certi di non fare una stupidaggine lasciandolo fuori dalla top 30.

Voti
Amazon

Ti potrebbe interessare

Le più lette