Sound Wheel
Ago
07
2020

Alison Mosshart

Sound Wheel

Third Man Records

RockAlt
array(0) { }
  • Intro - Talk Talk Talk
  • Windows Up
  • Pink Whip
  • Last Pack of Holy Smokes
  • Interlude / Psycho Hwy
  • Salt Lake City Drag
  • Interlude / In or Out
  • Last Pack of Holy Smokes
  • Cables Galore
  • Interlude / The Storm
  • The Distance
  • Interlude / Oh Say Can You See
  • Sonic States of America
  • Interlude / Blah Blah Blah
  • Miami
  • Admit It
  • Angelyne
  • Oh Black Shark
  • S Town
  • Interlude / Chevy Eyes Pepsi Jesus
  • Hold On
  • Interlude / See Ya There
  • Louisiana
  • Around and Around and Around
  • Eliminator
  • Sexy Pontiac
  • Interlude / Horrible Singing Voices
  • Let’s Start a Band
  • Demon Prince
  • She’s a Trip
  • Road Kill
  • Animals
  • Sunday Style
  • High Performance
  • In Between Jobs
  • Returning the Screw
  • High Horses
  • Summertime
  • Interlude / Real Real Real
  • Eastern Standards in the Wild West
  • The Electric Sads
  • Interlude / White Firebird
  • A Dime
  • Little Bottle
  • Mindfield
  • The Daughter of the American Used C...
  • Vroom Chicka Vroom
Precedente
Microphones In 2020 The Microphones - Microphones In 2020
Successivo
Gemelli Ernia - Gemelli

Info

Sound Wheel è il primo spoken word album dell’artista e cantautrice Alison Mosshart (The Kills, The Dead Weather), in uscita in vinile il 9 agosto 2020 via Third Man Records. Il disco è stato pensato per accompagnare la pubblicazione di Car Ma, la sua nuova collezione di quadri, fotografie, racconti brevi e poesie. Esattamente come il libro, Sound Wheel «è un album sulle macchine, sul rock n’ roll, sull’amore – dice la nota stampa – è un album sull’America, sulle performance, sulla vita on the road. È un album sulle pitture dei parafanghi, sulle tracce di pneumatici che raccontano storie e sull’eterna ricerca dello spirito contenuto sotto il cofano».

Attraverso il mito dell’automobile, del viaggio in strada e della ricerca ossessiva di libertà, che poi sono da sempre elementi fondanti della cultura statunitense (basta vedere a Sulla Strada di Jack Kerouac), la Mosshart vuole raccontare «il nostro bisogno di partecipazione o di abbandono, le nostre riflessioni interiori e le visioni esteriori, il nostro armeggiare una vita intera con i misteri del cuore, il nostro correre finché non potremo più farlo». E in supporto a tale analisi dell’animo umano la cantautrice di Vero Beach usa la chitarra, lo strumento «di cui si nutre fin dalla nascita» e che paragona «al motore fiammeggiante» lasciato libero per «le ultime grandi montagne russe, le highways americane».

Ad anticipare Sound Wheel è stato pubblicato il brano Returning the ScrewSu SA potete recuperare i videoclip degli ultimi singoli di Alison Mosshart, Rise e It Ain’t Water, e leggere la recensione dell’ultimo album dei Kills, Ash & Ice (2016), scritta da Giulio Pasquali; per quanto riguarda i Dead Weather, trovate la recensione di Dodge & Burn (2015) firmata da Lorenzo Costa.

di Nicola Rakdej

Altre notizie suggerite