Evian Christ (UK)

Biografia

Evian Christ (vero nome Joshua Leary), produttore dalla periferia di Liverpool, fa parte di quella schiera di beatmaker che – miracoli dei passaparola elettronici dei nostri giorni – si presentano al draft e vengono scelti alla prima chiamata. Messo subito sotto contratto da Robin Carolan di Tri Angle, Leary è immune da qualsiasi spinta correntista, sia questa juke, footwork, o di altri derivati. Il suo approccio è quello hip-hop, disinteressato, e in quanto tale elasticamente rivolto a suggestioni ambient, sprazzi drone-music, digressioni industrial. Un approccio che gli ha garantito la co-produzione di I’m In It, sesta traccia di Yeezus, di Kanye West.

La sua parabola ascendente inizia nel tardo 2011, con una manciata di pezzi caricati su Youtube. Pochi giorni dopo, Dummy Mag nota i brani e li riporta nella sua home page, tracciando immediatamente lusinghieri paragoni con Clams Casino e Actress. L’affinità della sua musica al roster Tri Angle fa sì che la destinazione logica dell’esordio di Christ sia la label newyorchese. Qui, nel 2012, esce Kings and Them, dove lo spinte correntiste di cui sopra potranno non essere state cercate consapevolmente, ma si sentono. Dirà Leary: “I thought juke was faster than my music, but someone told me it has to do with the way that I chop up chords. […] Essentially, I just tried to make a rap song at 70 bpm, and if it felt like it was too slow, so I just doubled the speed, and that’s basically how those faster tracks came out.

Poco dopo il debutto, la chiamata di Kanye West. Data la quantità spropositata di producer chiamati a collaborare a Yeezus, un nome come quello di Evian Christ, in giro già da qualche mese (e soprattutto, in giro nei giri giusti), non poteva essere scartato. Un paio di notti insonni, nove pezzi confezionati per l’occasione, uno di questi che entra a far parte della tracklist definitiva. Una consacrazione, non tanto in termini di sostanza, ma certamente a livello di visibilità globale.

Il 2014, per Joshua Leary, si apre con un mix per Resident Advisor e con l’uscita su Tri Angle di Waterfall EP. Mentre il ritorno verso le sonorità di Kings and Them avrebbe garantito una facile prova d’accademia, c’è l’ennesimo cambio di prospettiva, e il campo di gioco diventa quello industrial-step. Il 10 aprile dello stesso anno, con un’intervista concessa a Self-Titled mag, riportata da Pitchfork e su queste pagine, emerge che Evian Christ ha confermato di essere di nuovo al lavoro con Kanye West. Dopo aver letto gli articoli, il producer, contrariato, ha commentato su TwitterAh questi articoli, che cazzo, nessuno sa come suonerà il prossimo lavoro. Non lo so. Spedisco soltanto i beat. Non cercate di interpretare troppo quelle parole”.

Leggi tutto

Altre notizie suggerite