Martyn (NL)

Biografia

Originario di Eindhoven, in Olanda, Martijn Deijkers, ovvero Martyn, è un producer che ha sempre saputo fiutare le tendenze più fresche del sottobosco elettronico adattandole ad un proprio gusto e stile personale. La sua attività discografica inizia nel 2005 dopo circa dieci anni passati nell’ambiente drum’n’bass olandese e coincide grossomodo con il suo spostamento a Washington. I primi 12”, licenziati dalla Revolv:R di Marcus Intalex, Play:Musik e Bassbin, masticano casse rullanti ed alcuni elementi dubstep che iniziano ad essere isolati come tali a partire dall’ascolto della Sine Of The Dub di Kode9. “Ho sentito quel disco e quei suoni s’inserivano perfettamente nella musica che stavo cercando di fare al tempo, una specie di reggae/techno berlinese legata a Rhythm & Sound, Main Street and Basic Channel“, dichiara a Pitchfork nel 2007.

Senza scivolare nella deep house o nella più liquida d’n’b, l’approccio di Martyn si caratterizza su basi deep groove e per l’uso delle tecniche dub ispirate dalla scuola di Maurizio e Max Ernestus, il tutto con un personale tocco umorale. “Penso alla mia musica come a qualcosa di caldo in una giornata di pioggia“, afferma sempre al popolare portale “Melanconica ma in grado di elevarti“.

Nel 2007, Martyn inaugura il catalogo di una personale etichetta, la 3024, che prende il nome dal numero di un codice postale di Rotterdam, città dove la label viene originariamente fondata. Con il 12” Velvet / Twenty Four la sua musica, non negando l’influenza techno dub, prende una nuova traiettoria. Si parla apertamente di dubstep e, per la prima volta, Deijkers, mettendo a frutto anni d’ascolti e djing sul campo, trova la quadra con una formula in diretta controtendenza rispetto alle tendenze dominanti. Le due tracce (infuse di caldo dub e/o di motivetti che possono ricordare l’house come l’idm), mettendo luce in ritmi che navigano solitamente nell’oscurità e ricollegandosi a soluzioni uk garage primi Duemila dalle parti di Wookie / Manchu recordings (o primissime produzioni dubstep), espongono il producer come una delle promesse di una scena che sta esplodendo in tutti i sensi, sia a livello di pubblico che in termini commerciali.

Sempre nel 2007 seguono due uscite ancora per Revolve:r: Broken, 12” che replica con classe il successo del precedente EP, e Red 7 / Get Down, che contiene due remix di cui uno per mano di Underground Resistance (il pezzo è Get Down di Martyn). L’anno successivo il producer ha l’onore di inaugurare il catalogo Apple Pimps di Appleblim con All I Have Is Memories / Suburbia, dove l’amore per Basic Channel, condiviso dai due, trova piena soddisfazione nelle due produzioni; formula poi replicata nel successivo Natural Selection / Vancouver per 3024 – EP che segna il primo antipasto dell’esordio discografico che arriverà l’anno successivo – e in After Seven, dove compare anche il boss della Revolve:r, Marcus Intalex. Chiude l’annata un EP su 3024 con un remix solfureo a firma Flying Lotus: il pezzo è Natural Selection dall’omonimo 12” (che contiene anche un secondo remix di 2562 per il citato Vancouver).

Il 2009 è l’anno che segna l’esordio discografico di Martyn, Great Lenghts, oltre che l’ingresso dell’artista nel catalogo Tectonic di Pinch. La produzione del caso si chiama Yet / Kontrol, EP che divide a metà con 2562. Lungo la tracklist dell’album, dubstep e techno di sponda Berlino/Detroit – ma c’è anche del reggae, degli arpeggi tipo 8 bit amati da Zomby, della uk garage, wonky e altro ancora – dialogano sotto una elegante e ariosa produzione, impeccabile sotto tutti i punti di vista, che riceve ampi consensi tra critica e dj. Ospiti il drum’n’bass (ma non solo) producer D-Bridge e Spaceape, sodale vocalist afrofuturista di Kode9.

A partire dal 2010, Martyn, similmente ad altri lungimiranti producer – Pinch, Pangaea, Scuba, 2562, Untold – ha già svoltato pagina. Left Hander, pubblicato sulla personale 3024, infonde i suoi tipici mood melanconici in stretti 4/4 (con agganci tanto alla techno quanto all’house o all’acid) e non solo, con il producer che inforca le fresche tendenze Uk Funky e tutto uno spettro di richiami early house tra synth rave circa 92 e bassi Roland (Left Hander), lasciandosi così alle spalle la stagione dubstep. Nello stesso anno Zomby e Redshape remissano due suoi brani, Hear Me e Seventy Four, mentre con la tech-house di Berghain 04 | Part I, Maryn entra nel catalogo Ostgut Ton con uno split assieme a Roman Lindau. Coronamento della mutazione avvenuta, il 50° numero della serie Fabric, che lo vede protagonista con una mirabile scaletta che sfodera un discreto numero di producer in orbita Hyperdub (Zomby, il boss Kode9, Cooly G) e alcune tra le più interessanti nuove leve di quell’anno, come Joy Orbison, Roska e Hudson Mohawke.

Nel 2011, sulla Brainfeeder di Flying Lotus, Deijkers pubblica il secondo album Ghost People. In sede di recensione viene sottolineata la consueta bravura nel personalizzare alcune tendenze: Uk funky, deep, bass, hip “e naturalmente rave degne dell’Hacienda, ma Martyn è uno sgamato che rimette in discussione ipotesi diverse e ricombinatorie, magari ripensando alle zone di confine tra idm e techno delle pubblicazioni Warp 90-92, magari strizzando l’occhio agli 8bit che abbiamo sentito di recente in Dedication“.

Nel 2012, sempre per l’etichetta di Fly Lo esce il 12” Hello Darkness, una traccia e due inediti tra cui quelli L-Vis 1990 e Bok Bok boss di Night Slugs, unica uscita dell’olandese se si esclude la partecipazione alla compilation dei Modeselektor, Modeselektion Vol.02 EP .

Nel 2013, Martyn esce per la Nonplus di Boddika con Bad Chicago, brano contenuto nel 12” Think And Change: Plate Five e con il 12” Be My Own Pupil sulla propria etichetta, dove si esplorano alcune acide pieghe electro e si torna a lavorare sui mood. Per il terzo album sulla lunga distanza bisogna aspettare l’anno successivo. The Air Between Words esce su Ninja Tune il 16 giugno 2014 e ospita Four Tet (che aggiunge la sua classica cifra armonica in Glassbeadgames)e Inga Copeland (presente in un cameo vocale su Love Of Pleasure).

Leggi tutto

Altre notizie suggerite