Thom Yorke, Umbria Jazz Arena Santa Giuliana Perugia (20/07/2019)

Thom Yorke al lavoro su nuova musica per i Radiohead: “Rapito dal sound anni ’70”

Il frontman dei Radiohead sta componendo nuova musica dei Radiohead

Ospite alla Festa del Cinema di Roma 2020, Thom Yorke, dopo aver sfilato sul red carpet con la moglie Dajana Roncione, ha parlato all’incontro pubblico dell’evento della sua passione per gli alieni, di colonne sonore e dei compositori che hanno fatto la storia del cinema, oltre che della nuova musica da parte dei Radiohead. Lo apprendiamo sulle colonne di RS Italia, che mette innanzitutto in evidenza che Yorke pare sia alle prese con la composizione di nuovo materiale per la band, e questo, immaginiamo, terminato il ciclo di pubblicazioni come solista che ha portato in questi anni post-A Moon Shaped Pool all’uscita della sua prima colonna sonora (Suspiria), all’album ANIMA e al relativo tour.

Per quanto riguarda le colonne sonore Yorke ha elogiato 2001 Odissea nello spazio, la cui sequenza finale – quella del viaggio verso Giove – per lui è stato come vedere Dio, la perfetta sinestesia di immagine e suono. Ha ammesso che le note di piano di John Williams di Incontri ravvicinati del terzo tipo lo hanno mandato in fissa con gli alieni. E soprattutto, a proposito di Taxi Driver, rivisto recentemente con la figlia, quella soundtrack ha riacceso in lui la passione per gli anni ’70, tanto da fargli chiamare al telefono Jonny Greenwood e ritornare in studio cercando di comporre qualcosa del genere, applicandolo però a un non ben specificato, e differente, contesto.

Sempre Greenwood scopriamo essere stato un consulente informale per lui per quanto riguarda la composizione delle musiche di Suspiria («“Esplora la musica dentro di te prima, perché quando vedrai il film, ti bloccherai” – mi ha detto – ed è così che ce l’ho fatta: ho portato me stesso in Suspiria prima che il film arrivasse a me»). Il polistrumentista vanta infatti una lunga carriera come compositore in tal senso, tanto da essere diventato il pupillo di Paul Thomas Anderson (che peraltro ha curato il corto abbinato al sopracitato Anima di Yorke).

Tracklist
  • 1 Burn the Witch
  • 2 Daydreaming
  • 3 Decks Dark
  • 4 Desert Island Disk
  • 5 Ful Stop
  • 6 Glass Eyes
  • 7 Identikit
  • 8 The Numbers
  • 9 Present Tense
  • 10 Tinker Tailor Soldier Sailor Rich Man Poor Man Beggar Man Thief
  • 11 True Love Waits
Radiohead
A Moon Shaped Pool