Come As You Are. Riapre a Firenze la mostra dedicata a “Kurt Cobain & The Grunge Revolution”

Riapre il 2 luglio, presso il Palazzo Medici Riccardi di Firenze, la mostra fotografica dedicata a Kurt Cobain e alla “Grunge Revolution”.

Dopo aver aperto lo scorso marzo per soli due giorni (causa lockdown), riapre giovedì 2 luglio Come As You Are –  Kurt Cobain and the Grunge Revolution, la mostra ospitata a Palazzo Medici Riccardi e dedicata alla scena musicale che si agitò a Seattle (e poi nel mondo) all’inizio degli anni ’90, e a quello che è considerato il suo eroe e martire per antonomasia, Kurt Cobain.

«Per raccontare l’avventura di Kurt Cobain, dei Nirvana e il grunge abbiamo scelto le fotografie di Michael Lavine e di Charles Peterson – spiega Vittoria Mainoldi, curatrice della mostra per ONO arte contemporanea – non solo perché sono alcune delle più iconiche, ma anche perché, meglio di chiunque altro, i loro lavori restituiscono quello che era il clima culturale nella mitica Seattle anni ’90. Il percorso espositivo, che compenetra perfettamente i bianconeri di Peterson con i colori pop di Lavine, segue quella che è la cronologia della band, partendo dai primi anni, quando al posto del batterista Dave Grohl c’era Chad Channing, fino a quelli del successo internazionale, per concludersi con una sezione dedicata ad altri gruppi che hanno popolato la scena musicale grunge».

Organizzata e promossa da OEO Firenze Art e Le Nozze di Figaro, in collaborazione con MUS.E e con il patrocinio di Città Metropolitana di Firenze e Comune di Firenze, l’esposizione, in programma fino a domenica 18 ottobre 2020 (intero 10 euro, ridotto 6 euro, gratis per giovani fino ai 17 anni), raccoglie 80 scatti – di cui alcuni inediti – a cura dei fotografi Charles Peterson e Micheal Lavin, con quest’ultimo ad aver avuto il privilegio di immortalare i Nirvana dagli esordi fino agli anni del successo mondiale e alla relazione con Courtney Love di Cobain.

Oltre alle numerose foto dedicate a Cobain e ai Nirvana, la mostra, con un’appropriata selezione musicale in sottofondo, si compone anche di una sezione fotografica dedicata ai principali esponenti della scena grunge di Seattle tra cui Pearl Jam, Soundgarden e Mudhoney, immortalando così non solo l’epopea di un gruppo ma le atmosfere di un periodo fortemente significativo della recente storia americana.

Sempre a proposito dei Nirvana, all’inizio dell’anno Dave Grohl, Krist Novoselic e Pat Smear hanno dato vita, assieme a St. Vincent e Beck, a una “reunion” della band per uno show benefico di Los Angeles, e di recente Julien’s ha battuto all’asta l’iconica chitarra suonata da Kurt Cobain durante l’MTV Unplugged dei Nirvana del 1993 ad un prezzo record

Su SA potete consultare la recensione Classic di Nevermind firmata da Stefano Pifferi, quella della ristampa di In Utero scritta da Tommaso Iannini e quella del sopracitato MTV Unplugged in New York a cura di Stefano Solventi, nonché la Top 50 by Nirvana, ovvero la “classifica” dei dischi preferiti di Kurt Cobain. Di recente uno YouTuber ha prodotto, grazie all’Intelligenza Artificiale, un brano ispirato dal repertorio dei Nirvana. L’ha intitolato Smother.

Tracklist
  • 1 Serve The Servants
  • 2 Scentless Apprentice
  • 3 Heart-Shaped Box
  • 4 Rape Me
  • 5 Frances Farmer Will Have Her Revenge On Seattle
  • 6 Dumb
  • 7 Very Ape
  • 8 Milk It
  • 9 Pennyroyal Tea
  • 10 Radio Friendly Unit Shifter
  • 11 Tourette's
  • 12 All Apologies
Nirvana
In Utero