I Cure nel servizio promozionale dell’album omonimo, uscito nel 2004

Cure, in arrivo nelle sale il film sul concerto a Hyde Park dell’anno scorso

I Cure (di nuovo) al cinema

Dopo l’aggiunta di un quinto show a Sydney (con diretta in streaming in tutto il mondo) per celebrare il trentennale di Disintegration, i Cure fanno un passo indietro all’anno scorso e fanno uscire il film che riprende il loro concerto a Hyde Park tenuto – appunto – nel 2018 per celebrare i quarant’anni dall’uscita del loro primo singolo, Killing An Arab.

L’annuncio dell’imminente pubblicazione – prevista per inizio estate – del documentario è arrivato via social dal regista delle riprese, Tim Pope:

«Sì, è vero quanto già annunciato da Robert (Smith, ndSA) sul fatto che il film di Hyde Park sarà nelle sale all’inizio dell’estate – ha dichiarato il cineasta – Arriverà in tutto il mondo e si tratterà della prima volta dei Cure sul grande schermo dai tempi di Orange. L’ho girato in 4K e abbiamo mixato il suono ad Abbey Road nel glorioso sorround 5:1».

Pope ha anche aggiunto: «Non è il caso di aggiungere altro per ora, ma ci abbiamo lavorato duro e a lungo per poter regalare un’esperienza davvero cinematografica. Vi do giusto un paio di assaggi per stuzzicarvi l’appetito. Nelle prossime settimane ne saprete di più».

Ricordiamo che quest’anno la band è in tour con numerose date: sarà headliner al Glastonbury 2019 (quarta volta per i Cure sullo storico Pyramid Stage), mentre in Italia l’unico live è stato fissato alla Visarno Arena di Firenze. E mentre aspettiamo il documentario, diretto sempre da Tim Pope, che racconterà la storia della formazione tra passato, presente e futuro, in archivio trovate le recensioni di 4.13 Dream, Disintegration, Pornography e The Cure.

Sul fronte nuovo album, invece, le ultime notizie lo danno in uscita entro l’anno, stando alle dichiarazioni di Robert Smith rilasciate circa un mese fa. Rammentiamo, infine, che di recente ha fatto discutere un’intervista rilasciata dallo stesso cantante sette anni fa in cui si scagliava contro la famiglia reale inglese.

Tracklist