Coronavirus, nuovo videoappello di Michael Stipe (R.E.M.)

Michael Stipe ha pubblicato un nuovo messaggio sull'emergenza COVID-19.

Nuovo appello di Michael Stipe sull’emergenza COVID-19, che ormai adesso riguarda anche gli Stati Uniti a tutti gli effetti. Dopo il “tutorial” sulle quattro regole fondamentali per non infettarsi, l’ex cantante dei R.E.M. ha condiviso un nuovo clip di circa un minuto in cui ha dapprima intonato alcuni versi di Underneath The Bunker, brano della sua ex band contenuto nel disco del 1986 Lifes Rich Pageant, e poi dato altre istruzioni sui comportamenti da tenere.

La scelta della canzone, ovviamente, non è causale, dal momento che – come ha scritto Stipe nel commento contenuto nel post, solo «chiusi nel bunker ce la faremo».

«Per il bene di tutti – ha poi detto il cantante – state a casa, state lontani gli uni dagli altri. Uniti, ma separati. Spero che lo facciate tutti, siamo tutti nella stessa situazione e solo così ce la faremo». Le regole da seguire, del resto, le conosciamo tutti, e se le trovate noiose potete sempre osservarle cantando pure voi.

L’emergenza COVID-19 ha già portato a misure drastiche negli Stati Uniti, tra cui la chiusura di tutti i locali a New York e la riprogrammazione del Coachella Festival. Qualcuno, come David Crosby, è seriamente preoccupato per le sua situazione finanziaria conseguente alla eventuale cancellazione del suo tour. Cosa che è toccata anche a Nick Cave and The Bad Seeds, i quali hanno dovuto cancellare le loro date europee.

A proposito di R.E.M. e Michael Stipe, su SA trovate alcune recenti dichiarazioni del vocalist a proposito del suo ritorno solista, del suo ultimo libro e della sua sessualità, e il dettaglio sulla versione celebrativa di Monster, accompagnata da nuove versioni dei brani Let Me In e Revolution. Su queste pagine potete leggere non solo la corposa monografia dedicata alla band e curata da Giulio Pasquali, ma anche la recensione Classic dello stesso Monster, a cura di Stefano Solventi.

Tracklist