Weekend di pubblicazioni discografiche con Grandaddy, Ed Sheeran, Temples e altri ancora

Weekend di pubblicazioni discografiche con Grandaddy, Ed Sheeran, Temples e altri ancora

Dopo la bolgia di pubblicazioni dello scorso weekend, edizione (relativamente) più stringata della nostra rubrica dedicata alle uscite discografiche del venerdì. Attesissimo il ritorno della coppia post-punk britannica Sleaford Mods con English Tapas, mentre su un profilo apertamente psichedelico, spiccano i nuovi album di Grandaddy e TemplesLast Place e Volcano, già recensiti su queste pagine rispettivamente da Edoardo Bridda («A più di dieci anni di distanza da “Just Like The Fambly Cat” i Grandaddy ritornano alla forma migliore riproponendo le tematiche tra uomo vs tecnologia di “The Sophtware Slump” con formidabile morbidezza») e Tommaso Bonaiuti («Il quartetto psych-pop inglese torna a tre anni dall’esordio acclamatissimo “Sun Structures” con un album che è tenuto a riconfermare lo status della band, ma anche a dettare una nuova rotta sonora da intraprendere – e con la quale imporsi definitivamente»).

In ambito italiano, lato cantautori, atteso è il ritorno di Vasco Brondi, ovvero Le luci della centrale elettrica, con Terra, ed ancor di più H3+, l’album d’inediti di Paolo Benvegnù che segue a tre anni di distanza il disco Earth Hotel. C’è una certa aspettativa anche dietro al misterioso cantautore romano Gazzelle che pubblica l’esordio tra folk e sintetica pop Superbattito. Sempre di indie italiano – ma sui toni del post-HC – parliamo con i Gazebo Penguins, che con Nebbia intendono spostare ulteriormente i confini del loro percorso musicale, e dei Fine Before You Came, tornati ancora una volta a sorpresa con Il Numero Sette. Per quanto riguarda il binomio pop ed elettronica italiani troviamo invece Viva, il disco d’esordio di Campos, e l’EP di Be A Bear, Time, entrambe uscite che abbiamo avuto in esclusiva su queste pagine e che ora sono state condivise per lo streaming su Spotify.

Sulla media distanza questo weekend esce anche il nuovo EP dei Blonde Redhead, 3 O’Clock, ed in ambito mainstream il folksinger Ed Sheeran torna con l’album ÷ Divide. Da menzionare anche You Won’t Survive the State of New York, l’EP che segna il debutto discografico di NOLIFE sull’etichetta Young Turks, conosciuta per sonorità tutt’altro che hardcore DIY; in campo elettronico, The Night Land, il debutto lungo di Talaboman, rodata coppia di producer formata dal catalano John Talabot e dello svedese boss di Studio Barnhus Axel Boman. La rinomata etichetta 4AD questa settimana propone Everything Is Forgotten, l’album della formazione dream pop australiana Methyl Ethel che segue a distanza di circa un anno Oh Inhuman Spectacle (2016), mentre l’altrettanto autorevole Sacred Bones fa uscire World Eater, secondo album lungo di Blanck Mass.

Per una panoramica più generale sulle uscite da oggi ai prossimi mesi vi rimandiamo, come sempre, alla pagina dedicata In Uscita (disponibile anche dal menù di navigazione e in visione solo per utenti desktop). Se volete, potete consultare anche le notizie relative alle uscite del 24 febbraio, 17 febbraio, 10 febbraio, 27 gennaio e 3 febbraio e, come sempre, trovate l’ascolto Spotify, assieme ad ulteriori informazioni, nelle pagine che abbiamo dedicato a ciascun disco.

Tracklist