Ferrara Sotto Le Stelle 2019

Dal 11 giugno 2019 al 22 luglio 2919

Precedente
Coachella 2019 Coachella 2019
Successivo
UNUM Festival 2019 UNUM Festival 2019

Info

Come di consueto, all’interno della splendida cornice di Piazza Castello (e del suo cortile), si svolge nei mesi estivi tra giugno e luglio, la nuova edizione di Ferrara Sotto Le Stelle. Una rassegna, nata nel 1996, che si è imposta all’attenzione generale per aver saputo coniugare nomi di riconosciuto prestigio e giovani autori di talento, intrattenimento di livello e piacevoli scoperte, grande spettacolo e ricerca, per uno spaccato musicale estremamente vario, ma sempre di altissima qualità.

Il cartellone di quest’anno prevede innanzitutto l’esibizione di Thom Yorke, il 18 luglio, che torna in Italia accompagnato da Nigel Godrich all’interno di una delle cinque date previste sul territorio in supporto a Tomorrow’s Modern Boxes. Oltre all’ultimo album, il frontman dei Radioehad ripercorrerà la sua intera discografia da solista con l’esecuzione di brani dall’esordio discografico, The Eraser, ma anche dal repertorio del supergruppo Atoms For Peace e magari qualche estratto dall’acclamata colonna sonora di Suspiria.

Altra bella sorpresa all’interno della line up di quest’anno è Soap&Skin, il progetto di Anja Plaschg, per l’unica data italiana fissata il 25 giugno 2019. Il concerto presenterà From Gas To Solid / you are my friend, un disco recensito più che positivamente da queste parti che ci ha dato inoltre l’occasione per intervistarla.

Altro profilo di primo piano all’interno della canzone sperimentale d’autore tutta al femminile è quello di Julia Holter. Attesissimo il suo concerto che presenterà al pubblico italiano una prova assieme complessa e appassionata che risponde al nome di Aviary descritta come – e vi riportiamo la frase col testo originale che rende di più – «The cacophony of the mind in a melting world». Anche di lei abbiamo una  recensione più che positiva a firma Marco Boscolo e sempre di Marco pubblicheremo presto l’intervista alla cantante proprio in occasione del live. Nel frattempo, scorrendo il cartellone troviamo un altra data unica italiana. Lei è un’artista talentuosa, giovanissima, salita alla ribalta con il singolo/videoclip Jungle, con uno sbandierato passato da busker che però non deve trarre in inganno: fa tutto da sé l’australiana, cantando e sovraincidendo la propria chitarra, ma la sua proposta è tutt’altro che raffazzonata o arrembante. Si chiama Tash Sultana e la troveremo il 22 luglio all’interno della cornice di Piazza Castello.

Ultimo nome di questo piccolo editoriale sull’edizione 2019 non è di minor importanza rispetto a quelli sopracitati. Ancora un’unica data italiana, ancora una proposta di profilo decisamente alto all’interno dell’artigianato pop: loro sono gli scozzesi Teenage Fanclub, formazione con 28 anni di benemerita attività alle spalle. Di recente la band ha condiviso per l’ascolto un piccolo gioiello intitolato Everything Is Falling Apart, via Merge Records, primo singolo dopo la separazione dal co-fondatore Gerard Love, avvenuta lo scorso agosto. Si va avanti con tenacia e l’11 giugno la formazione presenterà Here, il disco del 2016 che, citando la recensione di Carmine Vitale, presenta un power pop che «così ispirato ed educato è sempre più merce rara».

Leggi tutto

Altre notizie suggerite