Weekend di pubblicazioni discografiche e streaming. Ascolta gli album di Nine Inch Nails, Lana Del Rey, Tyler The Creator, Avey Tare e altri

Weekend di pubblicazioni discografiche e streaming. Ascolta gli album di Nine Inche Nails, Lana Del Rey, Tyler The Creator, Avey Tare e altri ancora

NB: salvo quando diversamente indicato, trovate l’ascolto Spotify di ogni disco citato nella relativa pagina album. 

Ancora un weekend da non sottovalutare, questo del 21-23 luglio, dove non mancano né le uscite di qualità né quelle di peso. Partendo dai calibri più grossi vi segnaliamo il nuovo EP dei Nine Inch Nails intitolato Add Violence, il secondo di una trilogia inaugurata lo scorso anno con Not The Actual Events. Nelle parole di Tommaso Iannini, il 12” rappresenta un ritrovato smalto «per una vecchia ma sempre cara creatura» e questo grazie al sodalizio tra Reznor e Atticus Ross, entrato a pieno titolo in formazione già dalla precedente prova. Subito dopo la menzione d’onore va alla superstar del rap Tyler the Creator, che è tornata con Flower Boy, disco recensito più che positivamente da Luca Roncoroni («Il lavoro con cui finalmente Tyler arriva alla proverbiale quadratura del cerchio»). Anche Lana Del Rey è uscita questa settimana con l’atteso Lust For Life, di cui abbiamo seguito la (lunga) campagna promozionale dandovi già notizia di ben cinque brani per l’ascolto. Secondo Marco Boscolo, la quarta prova sancisce il primato della cantante in un “nuovo” genere, lo Xanax pop: scenografie di una vita da selfie tenute in sesto con il botox, un’eterna primavera che va sedata perché non frani in una disperazione esistenziale senza via d’uscita.

C’è senz’altro interesse anche per il ritorno discografico di Dizzee Rascal con Raskit, disco per il quale l’MC ha dichiarato di non voler tornare a rappare come quando aveva 17 anni ma che comunque rappresenta il «suo miglior rap album possibile». Rimanendo sempre su beat ed elettronica, è senz’altro meritevole d’ascolto e d’acquisto il fabriclive 93 di Daphni (l’alias dance di Caribou), recensito da Luigi Lupo (album non presente su Spotify), e Mellow Waves, lavoro che segna il ritorno discografico di Cornelius dopo dieci anni. Spostandoci di lato su rave e trance This 5321 è un un ep compilato da Nina Kraviz pescando negli archivi che testimonia la passione per la trance anni novanta dell’artista di punta della label Trip, ma ne conferma anche la solita, indomita creatività (recensione di Nicolò Arpinati). Sempre questo weekend esce un 7” in edizione super limitata a doppia firma Daniel AveryAlessandro Cortini intitolato Sun Draw Water.

Spostandoci sulla voce cantautori c’è da segnalare Stu Larsen con Resolute (recensito da Beatrice Pagni) e – anche se non parliamo di canzoni canoniche – anche l’ottimo ritorno di Avey Tare recensito da Edoardo Bridda. Eucalyptus è «Elettroacustica tra le foglie, le rocce e la sabbia concepita nei mattini hawaiiani, scritta in un pomeriggio assolato a Los Angeles, praticata alle prime ore del crepuscolo californiano, dormita sotto i cieli del Big Sur». Le parole sono di Dave Portner, ed è tutto vero. Assieme a Person Pitch, il disco entra di diritto nel planetario Animal Collective come uno dei suoi pianeti più luminosi.

Per la serie out there: disponibile in streaming dalla scorsa settimana ma solo da ieri – 20 luglio – acquistabile in formato vinilico c’è l’EP #260 degli SQÜRL, ovvero la band formata dal regista Jim Jarmusch e da Carter Logan (con la collaborazione del producer Shane Stoneback) trentatré minuti di scura psichedelia, feedback, blues e droni che comprendono anche due remix, uno di Anton Newcombe e l’altro a cura dei Follakzoid. Non distante da queste coordinate, ma con l’aggiunta di una buona dose di mescalina, l’esordio omonimo dei Curanderos su Fire che vede impiegate due formazioni, ovvero i Bardo Pond e l’ensemble sperimentale Kohoutek. Infine, il disco ambient / drone da non farsi scappare è Mirage di Chihei Hatakeyama, quarta uscita del musicista nipponico sulla Room40 di English e da poco disponibile in vinile.

Infine, su un piano più squisitamente pop, segnaliamo Dan Croll con Emerging Adulthood e i Foster The People con Sacred Hearts Club.

Per una panoramica generale sulle uscite da oggi ai prossimi mesi vi rimandiamo come sempre alla pagina dedicata In Uscita (disponibile anche dal menù di navigazione e in visione solo per utenti desktop). Se volete, potete consultare anche gli editoriali relativi alle uscite del 14 luglio, 7 luglio, 30 giugno23 giugno16 giugno9 giugno2 giugno26 maggio19 maggio12 maggio5 maggio28 aprile21 aprile14 aprile7 aprile31 marzo24 marzo17 marzo10 marzo3 marzo24 febbraio17 febbraio10 febbraio27 gennaio e 3 febbraio.

Tracklist